Il nostro è il paese più bello del mondo. E’ un dato di fatto.
 Eppure è diventato per alcuni versi invivibile.
 Stiamo assistendo a un momento storico difficile, caratterizzato da forte malcontento e incertezza, nel quale non sussistono le condizioni necessarie per permetterci alcuna progettualità, dove tutto sembra immobile ed immutabile governato da logiche burocratiche vetuste e stanche. Abbiamo raggiunto un tasso di disoccupazione giovanile insostenibile ed inevitabilmente le giovani menti istruite egregiamente in patria decidono di produrre all’estero, dove trovano terreni fertili per le loro idee.
In questo oceano di incertezza in cui è difficile non annegare, manca una spinta propositiva che ci aiuti a tornare a galla per far ripartire la nave Italia.Ci troviamo davanti a un bivio.

Possiamo imboccare la strada dell’autocommiserazione, del lamento e della critica sterile oppure possiamo reagire utilizzando il nostro intelletto per formulare idee, proposte, soluzioni innovative che ci permettano di tornare ad essere competitivi sul panorama internazionale.
Abbiamo deciso di prendere la via più difficile. 
Abbiamo deciso di essere il cambiamento che vorremmo vedere nel mondo. Noi giovani professionisti italiani siamo la futura classe dirigente e abbiamo la responsabilità di occuparci della sorte del nostro paese. Un grande della storia un giorno disse “non chiedetevi cosa può fare il vostro paese per voi, ma quello che voi potete fare per il vostro paese” ed è esattamente la domanda che ci stiamo ponendo.
Grazie alle nostre esperienze all’estero abbiamo acquisito una prospettiva diversa, che ci ha permesso di identificare con maggiore oggettività le debolezze ma anche i punti di forza del sistema Italia e insieme possiamo trovare e proporre soluzioni vincenti. In un momento di mancanza di prospettive questa serie di incontri e la loro natura propositiva vogliono rappresentare la speranza di poter fare la differenza con entusiasmo e dedizione nel costruire un futuro migliore.
 Non abbiamo alcuna ambizione politica, bensì siamo animati da un forte senso civico che ci impone di essere parte attiva nella rinascita del nostro paese che amiamo e nel quale tutti vorremmo poter tornare a vivere senza compromessi.

 


La nostra mission
Crediamo nel lavoro di gruppo come fonte creativa di idee.
Con apertura e rispetto dialoghiamo con tutti gli interlocutori al fine di creare la massa critica necessaria a raggiungere risultati concreti, mantenendo integrità verso i nostri valori.
La nostra vision
Tempesta di Cervelli è una piattaforma di interazione e dialogo in cui le diverse realtà associative possono lavorare insieme per confrontarsi su obiettivi comuni e soluzioni concrete.
Creiamo proposte innovative affinché l’Italia possa tornare ad essere un polo attrattivo in cui chiunque possa realizzare i propri sogni.
Sappiamo di poter contribuire a valorizzare I talenti ed esprimere appieno il potenziale del nostro Paese.